Bicocca Università del Crowdfunding lancia una call per ricerca e innovazione su riuso degli imballaggi

L’ateneo milanese lancia il nuovo bando per finanziare in crowdfunding su Produzioni dal Basso progetti sul riuso degli imballaggi in plastica in partnership con Corepla

Bicocca Università del Crowdfunding seconda call

 

L’Università degli Studi di Milano-Bicocca ha indetto il secondo bando nell’ambito dell’iniziativa Bicocca Università del Crowdfunding, il programma che permette a tutti i componenti della comunità di Ateneo di realizzare i propri progetti col finanziamento dal basso sulla piattaforma Produzioni dal Basso.

#BiUniCrowd, questo l’hashtag scelto per i social e il web, è un programma di crowdfunding universitario che adotta le vere “regole del gioco” del finanziamento dal basso: campagne di raccolta con durata dai 45 ai 60 giorni, modalità di raccolta “tutto o niente”, ricompense per i sostenitori delle campagne.

Dopo il successo della prima “call for crowdfunding”, a seguito della quale sono stati realizzati quattro progetti, l’università milanese ha scelto di rilanciare l’iniziativa – che sarà presentata ufficialmente il 16 ottobre all’Auditorium ”Guido Martinotti”, alla presenza, tra gli altri, della neo rettrice Giovanna Iannantuoni – chiamando a raccolta l’intera comunità universitaria, per proporre idee originali e contraddistinte da elementi di innovazione e cambiamento.

«Dopo le 41 proposte progettuali arrivate lo scorso anno da tutte le componenti universitarie, vogliamo continuare con questo modello innovativo – afferma la rettrice dell’Università di Milano-Bicocca, Giovanna Iannantuoni – e originale perché aperto a tutte le componenti del nostro ateneo. L’Università del Crowdfunding ha introdotto una modalità di finanziamento alternativa e complementare ai tradizionali grant e bandi, offrendo alla nostra comunità accademica una nuova opportunità di misurarsi con il mercato attraverso la gestione delle campagne, incrementare il senso e l’attitudine all’imprenditorialità e attivare un nuovo strumento di collaborazione con le imprese».

C’è tempo fino al 18 novembre 2019 per candidare il proprio progetto. In seguito, una commissione nominata dall’università ne selezionerà fino a un massimo di 5, tra cui 2 “Projects” (progetti con un obiettivo economico complessivo di 10.000 euro) e 3 “Small Projects” (il cui budget non supera invece i 5.000 euro).

Tra le novità della nuova call anche la partecipazione di COREPLA, il consorzio nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica, che si impegna a cofinanziare – qualora fosse candidato e selezionato – un progetto sul riutilizzo degli imballaggi di plastica.

«Oltre il 58 per cento dei progetti proposti per la precedente edizione è stato presentato da studenti o ex-studenti – afferma il prorettore alla Valorizzazione della ricerca, Salvatore Torrisi – e nel 46 per cento dei casi il proponente è stato una donna. Bicocca Università del Crowdfunding fa parte di un ricco insieme di iniziative che il nostro ateneo ha intrapreso per stimolare l’imprenditorialità della comunità universitaria, come iBicocca, e per facilitare il trasferimento di conoscenza scientifica al mondo industriale, come la Fondazione University4innovation».

In supporto ai progettisiti, in aggiunta alla consulenza dello sportello “iHelp” di “iBicocca”, che fornisce indicazioni su come impostare al meglio un progetto, Assolombarda, in collaborazione con Bicocca, organizza il 23 ottobre nella sede milanese dell’associazione, il workshop “Un progetto vincente: cosa fare e cosa non fare quando si candida la propria idea”, dedicato a tutti i potenziali progettisti. Tra i temi, la redazione di un progetto e le basi per la preparazione del business plan.

Il “Programma Virgilio” del Distretto milanese del Rotary metterà a disposizione dei progettisti i propri esperti e consulenti per offrire gratuitamente sostegno e consulenza su tematiche quali lo sviluppo di nuove idee di business e il lancio di una startup.

più nuovi più vecchi