Come una grande azienda utilizza il crowdfunding come strumento creativo di marketing

Emd112 e SportSupporter lanciano un bando che aiuterà le società sportive a finanziare grazie al crowdfunding l’acquisto di defibrillatori portatili e la formazione degli operatori

 

SportSupporter e EMD112 crowdfunding strumento di marketing

 

Emd112, main importer per l’Italia dei defibrillatori HeartSine®, e Sportsupporter, la prima piattaforma italiana di crowdfunding sportivo, si uniscono per l’iniziativa “Un defibrillatore per tutti”. Il bando rimarrà aperto dal 1 al 30 settembre 2018 per ricevere le domande di partecipazione. I primi venti progetti saranno pubblicati sulla piattaforma SportSupporter per finanziare, attraverso una campagna di crowdfunding, l’acquisto di uno o più defibrillatori e la formazione di operatori per l’uso dei dispositivi salvavita.

EMD112 – Echoes Medical Division è la divisione medicale di Echoes Srl, azienda europea leader mondiale nella produzione di dispositivi salvavita automatici e semiautomatici, il cui staff medico progettò nel 1966 il primo defibrillatore extra-ospedaliero mai realizzato al mondo.

L’iniziativa è rivolta a tutte le società sportive dilettantistiche, con sede in Italia, che rientrano nell’obbligo stabilito dal decreto ministeriale del 26/6/2017. La normativa impone di dotarsi e utilizzare defibrillatori semi-automatici e altri dispositivi salvavita, oltre a garantire la presenza di una persona debitamente formata all’utilizzo del defibrillatore nel corso delle gare e durante le attività sportive svolte al di fuori degli impianti.

Obblighi che, a causa della precaria situazione economica, in molti casi le società sportive non riescono ad adempiere, mettendo così in pericolo i loro atleti, allenatori e sostenitori. E proprio per aiutare le realtà più piccole e con limitate risorse è nato da SportSupporter e da Emd112, già fornitrice della FederTennis e della Federazione Italiana Tennistavolo, l’idea di lanciare “Un defibrillatore per tutti” utilizzando lo strumento del crowdfunding, capace di mobilitare interessi, reti e risorse intorno a temi di rilevanza sociale.

«Abbiamo sempre creduto nella necessità di agevolare il più possibile la diffusione dei defibrillatori semiautomatici e della cultura della cardioprotezione, portando avanti numerose iniziative comprese agevolazioni economiche come noleggi e rateizzazioni. Siamo quindi fieri di essere la prima realtà, insieme a SportSupporter, a poterlo fare anche tramite Crowdfunding, un’eccellente mezzo di agevolazione economica in grado di raggiungere al contempo numerose persone per sensibilizzarle verso questo importante tema», commenta il CEO di Emd112, Simone Madiai.

«Siamo molto soddisfatti di questa iniziativa e della collaborazione con Emd112, perché darà l’opportunità alle realtà sportive di reperire i fondi necessari con il crowdfunding, e quindi attraverso la propria rete di supporter, per l’acquisto di un defibrillatore, ausilio fondamentale per praticare ovunque e liberamente la propria passione in totale sicurezza», commenta Antonia Lanari, titolare di SportSupporter.

Il crowdfunding avverrà con il sistema “All or some step” dove il progetto è suddiviso in obiettivi (step) raggiungibili separatamente. In altre parole se un progetto non va a buon fine ma un singolo step sì, le somme raccolte ad esso correlate verranno comunque trasferite al progettista a progetto concluso.

Lascia un commento

avatar