Equinvest si fonde con Backtowork24 unendo così club deal ed equity crowdfunding

La fusione tra la piattaforma di equity crowdfunding e quella di club deal (ex Sole24Ore) genera la prima piattaforma italiana che integra i due modelli di finanziamento

 

Backtowork24 fusione con Equinvest

 

Equinvest srl, la società che gestisce l’omonima piattaforma di equity crowdfunding, e BackToWork24, società specializzata in club deal, hanno annunciato la loro fusione.

Contestualmente, la nuova realtà ha aperto un aumento di capitale da 2 milioni di euro per finanziare il successivo sviluppo, sulla base di una valutazione pre-money di 8 milioni (o di 10 milioni post-money).

Come riporta BeBeez.it, nel dettaglio, BacktoWork24 spa è stata acquisita da Equivest srl che è stata poi ribattezzata BackToWork24, mantenendo così la caratteristica di startup innovativa. La nuova BacktoWork24 è così oggi controllata con il 30% ciascuno da Alberto Bassi e da Fabio Bancalà (fondatore di Equinvest), mentre il resto del capitale è distribuito per il 15% tra i manager di Equinvest e BackToWork24 e per il resto tra gli altri azionisti-investitori di Equinvest.

Alberto Bassi ha spiegato a MF Milano Finanza che “il Gruppo 24 Ore resterà comunque un partner stretto di BacktoWork24, che manterrà il suo nome inalterato oltre che la possibilità di poter usufruire degli spazi offerti dal gruppo editoriale per gli eventi di incontro tra aziende e manager-investitori”.

BackToWork24 conta oggi un network di oltre 6 mila contatti tra manager, investitori e aziende e ha chiuso il 2017 con un fatturato di 1,8 milioni di euro e un ebitda di 200 mila euro. Dall’inizio dell’operatività nel 2013, ha transato 18 milioni spalmati su 140 operazioni, di cui 45 nel solo 2017 per 9 milioni. Mentre Equinvest (nostri dati) ha fino ad oggi chiuso con successo 7 campagne per un totale transato di €1,36 milioni.

L’ obiettivo della fusione con Equinvest consiste nell’aggiungere al normale business di club deal quello portato dalla piattaforma di equity crowdfunding, che quest’anno conta di finanziare 25 campagne di raccolta di capitali per un totale di 4-5 milioni di euro.

Infine, dovrebbe essere pronta a partire entro aprile-maggio una piattaforma di lending sempre dedicata alle imprese, ed è finalmente in fase di lancio un fondo di private equity e venture capital con target 20 milioni di euro, già stato annunciato un paio di anni fa da Equinvest, ma poi non andato in porto.

Lascia un commento

avatar