Il crowdfunding immobiliare continua a crescere: al Q3 2021 la raccolta è a +60% rispetto al 2020

Secondo l’osservatorio di Crowdfunding Buzz, il crowdfunding immobiliare in Italia (equity e lending) al Q3 2021 ha raccolto 66,6m in crescita del 60% vs. il 2020

 

Crowdfunding immobiliare ITalia Q3 2021

 

Secondo i dati del nostro osservatorio, il crowdfunding immobiliare in Italia si conferma in fase di grande sviluppo.

 

Crowdfunding immobiliare Italia Q3 2021 per trimestre

Nei primi tre trimestri di quest’anno, infatti, le piattaforme di equity e lending crowdfunding dedicate ai progetti immobiliari hanno raccolto 66,6 milioni contro i 41,8 dell’analogo periodo del 2020, con una crescita, quindi, pari al 60%.

In particolare, nei primi 9 mesi del 2021, le piattaforme di real estate equity crowdfunding hanno raccolto 27,5 milioni rispetto ai 18 del 2020, con una crescita del 52,7%, mentre quelle di lending crowdfunding immobiliare hanno raggiunto, nello stesso periodo, 39,1 milioni rispetto ai 23,8 dello scorso anno, per una crescita del 64,5%.

Equity Crowdfunding immobiliare

Nei primi 9 mesi del 2021, sono stati finanziati 16 progetti immobiliari (erano stati 13 nel 2020). Ma non è aumentato solo il numero di progetti, bensì anche la raccolta media:  ogni progetto ha infatti incassato in media 1,7 milioni, mentre nel 2020 la raccolta media era stata appena inferiore a 1,4 milioni.

Inoltre, si sta evolvendo anche il comportamento degli investitori che, evidentemente, conoscono sempre di più lo strumento. Infatti, oltre ad essere aumentato il numero medio di persone che investono in ogni progetto (309 vs. 292), è cresciuto anche l’importo che, mediamente, ciascuno investe in ogni progetto (€8.200 vs. €6.300).

Anche l’offerta si sta trasformando, diventando sempre più attraente: se i tassi di rendimento, in termini di Roi/anno, sono più o meno costanti (12,1% quest’anno 12,3% nel 2020), la durata media prevista dei progetti si sta riducendo (22,6 mesi nel 2021 e 26,6 mesi nel 2020).

La concentrazione del mercato è tuttavia sempre elevata. Le piattaforme che nei primi 9 mesi di quest’anno hanno chiuso con successo almeno un’operazione sono state 5, pari al 2020, ma la raccolta si concentra per oltre 90% nelle due principali: Walliance che ha raccolto 16,5 milioni (9,5 nel 2020) e Concrete Investing che ha raccolto 8,5 milioni (7,8 nel 2020).

Lending Crowdfunding Immobiliare

Il Lending Crowdfunding Immobiliare, come abbiamo visto, sta vivendo una crescita ancora più tumultuosa, testimoniata anche dal numero di progetti. Nei primi tre trimestri del 2021, sono stati finanziati 172 progetti immobiliari rispetto ai 111 dell’analogo periodo del 2020 ed è questo il principale “driver” della crescita dell’erogato, visto che la raccolta media è aumentata, ma non in modo così rilevante (227 mila euro per progetto nel 2021 vs. 214 mila euro nel 2020).

Gli investitori sono mediamente meno, ma investono di più. Infatti, il numero medio di prestatori per ogni campagna è diminuito piuttosto consistentemente (148 nel 2021 vs. 232 nel 2020), ma l’investimento medio è passato a €2.500 nel 2021 da €1.500 nel 2020.

I rendimenti offerti nel 2021 sono pressoché gli stessi dell’anno precedente (9,8% vs. 9,7% Roi/anno) e così la durata media delle operazioni (11,8 mesi contro 11,5), ancorché sensibilmente più bassa rispetto all’equity.

Rispetto all’equity, il mercato del lending immobiliare è in una fase ampiamente espansiva, a partire dal numero di piattaforme. In questi primi 9 mesi, il mercato ha visto l’ingresso di ben 9 nuovi operatori, che si aggiungono ai 6 che già operavano nel 2020. Unica eccezione, di segno opposto, è la piattaforma estone CrowdEstate che nel 2021 ha smesso di operare in Italia, quantomeno in termini di progetti immobiliari. E questo si traduce in una maggiore diluizione, ancorché non marcatissima, visto che le prime 4 piattaforme nel 2020 rappresentavano il 91% della raccolta, mentre, nel 2021, l’88%.

E’ cambiata però la composizione delle prime 4 piattaforme. Nel 2021, alla già citata CrowdEstate, che aveva raccolto 3,8 milioni, si è sostituita Recrowd che, lanciata a fine 2019, aveva raccolto, tra gennaio e settembre 2020 385 mila euro, mentre nello stesso periodo del 2021 ha raccolto oltre 7 milioni.

Oltre Recrowd, tra le 4 maggiori piattaforme si confermano Rendimento Etico (15,9 milioni nel 2021 vs 10,5 nel 2020), Trusters (8,4 milioni vs 4,8) e Re-Lender (3 milioni vs 2,3). Oltre a queste, altre due piattaforme hanno raccolto più di 1 milione in questi primi 9 mesi: Bridge Asset, che l’anno scorso, nel suo primo anno aveva raccolto 700 mila euro, e Housers.

Commenti chiusi