E’ partita la seconda edizione del crowdfunding civico del Comune di Milano con i primi sette progetti

Lanciate le campagne di crowdfunding dei 7 sette progetti su 20 selezionati del crowdfunding civico del Comune di Milano, che li co-finanzierà per il 60%

 

Crowdfunding civico comune Milano su ProduzionidalBasso 2020

 

Il Comune di Milano, attraverso un bando pubblico, ha selezionato 20 progetti presentati da realtà non profit del territorio per la seconda edizione del “Crowdfunding civico”. Le campagne di crowdfunding dei primi sette progetti, hanno preso il via su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di reward e donation crowdfunding e social innovation.

L’iniziativa voluta dal Comune di Milano e realizzata in collaborazione con Produzioni dal basso e Ginger crowdfunding è volta a favorire lo sviluppo sociale ed economico della città partendo dal basso e coinvolgendo in prima persona i milanesi e le realtà del Terzo settore nel ridisegnare spazi e servizi del proprio quartiere. Il progetto, interamente finanziato con fondi PON Metro Milano 2014-2020, conta su una dotazione complessiva di 550mila euro.

I 20 progetti selezionati, se raggiungeranno il 40% del loro budget grazie alle donazioni dei milanesi, verranno cofinanziati dal Comune di Milano per il restante 60%, fino a un massimo di 60mila euro.

Il crowdfunding è uno strumento straordinario per suscitare il protagonismo dei cittadini e coinvolgerli nella realizzazione di progetti concreti volti al miglioramento della qualità della vita di molte persone in diversi quartieri – spiega l’assessora alle Politiche per il lavoro, Attività produttive e Commercio Cristina Tajani –. In questo periodo tutti siamo chiamati a riscrivere e vivere una nuova socialità fatta di distanza fisica che non può trasformarsi in povertà di relazioni. Ed è proprio sulla costruzione di relazione e solidarietà che lavorano le idee che abbiamo raccolto”.

Per aiutare le organizzazioni selezionate a realizzare una raccolta fondi di successo, il Comune ha offerto a tutti i progetti selezionati un percorso formativo online e un servizio di accompagnamento a cura di Ginger crowdfunding, oltre a interventi di comunicazione per accrescere la visibilità delle proposte presentate sulla piattaforma.

Tra la fine del mese di gennaio e l’inizio di febbraio 2021 partiranno anche le campagne di raccolta fondi per gli altri 13 progetti selezionati nell’ambito del Crowdfunding civico.

Ecco in sintesi i primi sette progetti in raccolta.

Arrampicata sportiva a Milano: la ferrovia diventa una palestra urbana

A Milano esistono molti luoghi dove praticare arrampicata sportiva, ma pochi sono pubblici: la cooperativa ABCittà ha deciso di dare nuova vita alle pareti sotto le arcate della ferrovia di Greco, trasformando questo spazio a rischio degrado in una risorsa utile per permettere a tutta la comunità di praticare arrampicata libera: un luogo di incontro intergenerazionale, di promozione di sport e socializzazione.

L’asilo a misura di bambino, famiglia e comunità

In un momento così difficile per tutti, la cooperativa Spaziopensiero vuole dare sostegno alle famiglie del quartiere di Rogoredo grazie al miglioramento dell’Asilo Bianco, nel quartiere dal 2011: lo spazio educativo avrà una uova sede più spaziosa, sicura e accogliente, con spazi modulabili e un ampio giardino esterno, ma anche una ricca biblioteca che sarà anche uno spazio di incontro per il quartiere!

Insieme per far crescere l’orto sociale

Nel cuore del quartiere Niguarda nasce il progetto per potenziare la capacità produttiva dell’orto sociale, che la scorsa primavera ha contribuito in modo importante ad aiutare le famiglie colpite dalla crisi. L’idea è quella di installare 2 serre a tunnel per continuare a sostenere con il raccolto le collette alimentari sempre più necessarie e contribuire a sviluppare così una comunità partecipativa e attenta ai bisogni dei singoli.

Lab Barona, il primo Repair Café di Milano

La cooperativa La Cordata attraverso il progetto “LAB BARONA: collabora, scambia, condividi” vuole creare un Repair Café dove tutti i cittadini – tra un caffè ed una tazza di tè – possono portare oggetti di vario tipo da riparare. Il Repair Café sarà anche un luogo di incontro e socializzazione e un punto di riferimento per diffondere la cultura del riciclo.

Laboratori musicali e di clowneria per vivere gli spazi pubblici

“Riporta Vittoria. Una comunità che rinasce” è un progetto incentrato sulla musica con l’obiettivo di organizzare 8 laboratori musicali e di clowneria rivolti a tutti gli abitanti: i fondi raccolti saranno utilizzati per acquistare l’attrezzatura musicale, artistica, il palcoscenico e strutturare l’organizzazione degli spettacoli rivolti a tutti gli abitanti, con particolare attenzione ai bambini e ragazzi: il primo passo di un percorso diretto, attivo, e migliorativo delle relazioni sociali personali e collettive delle famiglie in difficoltà.

L’Isola per le famiglie: laboratori, incontri e coworking grazie al crowdfunding

Un circolo per le famiglie, ma anche uno spazio didattico e di coworking: è possibile, con il progetto proposto dall’associazione “Officina della Gioia”: grazie alla ristrutturazione di un ristorante dismesso sarà possibile creare il circolo, dove i bambini potranno giocare, partecipare a laboratori e corsi, mentre i genitori avranno lo spazio per portare avanti attività di coworking, socializzazione ed incontro.

L’installazione teatrale che porta la magia nelle biblioteche di 13 quartieri

Il poetico personaggio di Giovannino Perdigiorno, ideato da Gianni Rodari, è il filo conduttore del progetto di installazione teatrale interattiva per coinvolgere bambini, ragazzi e genitori in 13 Biblioteche nei 13 quartieri delle aree disagiate di Milano in un arco temporale di 20 giornate. La campagna di crowdfunding permetterà di costruire l’installazione, i kit per l’interazione in loco quindi sostenere le spese di trasferimento (del materiale e del personale) nelle varie biblioteche: ogni viaggiatore sarà protagonista e attore attivo grazie ad un kit che potrà̀ usare sulle installazioni interattive.

Commenti chiusi