I progetti di finanza decentralizzata (DeFi) hanno raccolto quasi 200 mln $ nel 2020 e 1 miliardo dal 2017

Lo rileva il rapporto “Cutting through the hype of decentralized finance”, stilato dall’asset manager internazionale Blockchain Valley Ventures

 

defi funding per location

I progetti relativi alla finanza decentralizzata (DeFi) dal 2017 al 2020 hanno incassato finanziamenti per un miliardo di dollari, di cui 197 milioni solo nel 2020. Lo rileva il rapporto “Cutting through the hype of decentralized finance”, stilato dall’asset manager internazionale Blockchain Valley Ventures.

L’acronimo DeFi indica tecnologie, incentivi e market design volti a migliorare la disponibilità e l’efficienza dei servizi finanziari attraverso la disintermediazione da banche, broker e altri intermediari finanziari (si veda qui altro articolo di Crowdfunding Buzz).

A oggi, come rileva il rapporto, i progetti in questo settore sono stati finanziati da un mix di token ed equity, con i primi prevalenti nel 2017. In seguito, il venture capital ha svolto la parte del leone, contribuendo al 61% dei finanziamenti totali nel dicembre scorso. I fondi preferiscono investire in applicazioni nei prestiti e nei derivati. Man mano che il settore maturerà e saranno lanciati ulteriori progetti, gli investimenti nella DeFi dovrebbero accelerare nel 2021, con un mix più bilanciato tra venture capital e token.

A livello geografico, tra il 2018 e il primo trimestre 2021 i maggiori finanziamenti alla DeFi sono arrivati da nord America e Apac (80% del totale) e solo il 20% dall’Europa. Ma quest’ultima, insieme all’Asia, ha sorpassato il nord America nel 2020 e nel primo trimestre 2021. Mentre i progetti nella DeFi in Occidente sono stati finanziati prevalentemente da investitori americani, una nuova generazione di venture capital asiatici è dietro a molte storie di successo nella DeFi. I fondi tendono a investire insieme in molti progetti e a collaborare su quelli più promettenti. Tra i fondi più attivi per numero di progetti rientrano Three Arrows Capital, Hashed (entrambi finanziatori di 10 progetti) e Alameda Research (8 progetti finanziati). A livello di capitale investito, dominano Parafi (131 milioni), Three Arrows Capital (122 milioni) e Andreessen Horowitz (88 milioni). I 10 progetti nella DeFi più finanziati hanno raccolto 561 milioni di dollari, ma hanno generato una capitalizzazione di mercato di 17 miliardi, con un multiplo di 30 volte. I multipli medi nel 2020 sono stati di 2,7 volte, con il record di 46,6 volte per i progetti in ambito DEX (decentralized exchange).

Nel 2020-2021 la finanza decentralizzata è diventata mainstream, tant’è la sua capitalizzazione di mercato ha raggiunto i 90 miliardi di dollari a fine aprile 2021, che corrisponde tuttavia solo al 7% della capitalizzazione totale di bitcoin ed ethereum, pari a 1,3 trilioni di dollari, di cui il 76% da bitcoin, galvanizzato lo scorso aprile dalla quotazione al Nasdaq Private Market dell’exchange di criptovalute americano Coinbase, con una valutazione di 100 miliardi di dollari. Inoltre, wallet attivi in DeFi, che sono i driver più importanti di apprezzamento dei token, rappresentano solo il 5% di quelli in bitcoin ed ethereum. Questi paragoni rendono l’idea dello stato embrionale della DeFi, rispetto a bitcoin ed ethereum.

 

Commenti chiusi