La Germania legalizza i titoli elettronici basati sulla tecnologia blockchain

Il governo tedesco approva una legge che consente l’iscrizione di titoli in registri basati sulla tecnologia blockchain, rendendo così possibile l’emissione di titoli elettronici

 

Germania legalizza i titoli elettronici basati su blockchain

 

Il ministero delle Finanze tedesco ha confermato che mercoledì scorso il cancelliere Angela Merkel ha approvato una nuova legislazione per introdurre titoli completamente elettronici come parte della sua più ampia strategia blockchain. Lo riporta l’agenzia Reuters.

La legge alleggerisce le regole che fino ad ora avevano costretto gli emittenti e i possessori di titoli a documentare le transazioni con un certificato cartaceo.
Il certificato cartaceo può essere caro ad alcuni per motivi nostalgici, ma il futuro appartiene alla sua versione elettronica“, ha detto il ministro delle Finanze Olaf Scholz, aggiungendo che i titoli elettronici riducono i costi e gli oneri amministrativi.

Il certificato cartaceo può ora essere sostituito con un’iscrizione in un depositario centrale di titoli o in un registro tenuto da banche del settore privato. Ma è anche possibile l’iscrizione in un registro di criptovalute basato sulla tecnologia blockchain.

Il ministro della Giustizia Christine Lambrecht ha affermato che la legge fornirà chiarezza giuridica e aumenterà il potenziale delle nuove tecnologie.

La tecnologia blockchain è una sorta di libro mastro digitale in cui tutti i dati su una transazione sono archiviati in forma crittografata. È aperto a tutti gli utenti il che fornisce un alto grado di trasparenza. La tecnologia è considerata a prova di falsificazione: poiché ogni utente gestisce una copia del database, è teoricamente impossibile manipolarlo inosservato.

La tecnologia blockchain ha il potenziale per capovolgere completamente le attuali procedure e cambiare radicalmente il modo in cui funzionano interi settori aziendali“, ha affermato Achim Berg, capo dell’associazione di imprese IT Bitkom.

Commenti chiusi