La piattaforma italiana di lending crowdfunding Criptalia diventa EvenFi

Il cambio di nome della fintech è dovuto soprattutto alla strategia di internazionalizzazione della piattaforma che ha aperto in Spagna e lo farà presto in Portogallo

 

evenfi

 

La piattaforma italiana di lending crowdfunding per le PMI Criptalia ha cambiato nome in EvenFi. Il nome deriva da “to even”, cioè rendere equo, e “Fi” come fintech. Nello specifico rimanda all’obiettivo di contribuire, attraverso tecnologie innovative, alla democratizzazione del mondo finanziario. Si tratta di un ideale che la società persegue fin dai primi progetti e che ha fatto sì che la sua piattaforma si caratterizzasse come uno spazio attraverso il quale è possibile accedere al canale finanziario in maniera più semplice, immediata e veloce rispetto a quanto avviene in altri contesti.

Il cambio di nome di Criptalia inoltre è dovuto anche alla presenza di alcuni cambiamenti che avranno un forte impatto sulla crescita e daranno nuova linfa all’identità aziendale. I primi saranno collegati all’entrata in vigore del nuovo regolamento europeo sul crowdfunding, che prevede che le piattaforme possano ottenere dalle autorità competenti un passaporto per svolgere la propria attività in tutti gli stati membri dell’UE. Questa misura, peraltro, è perfettamente in sincronia con due progetti che rendono EvenFi una realtà dalla forte vocazione internazionale: la sua recente espansione in Spagna e l’imminente apertura in Portogallo. I secondi riguardarenno invece le nostre tecnologie e i prodotti finanziari presenti all’interno del nostro marketplace di EvenFi. In futuro la società punta a lanciare nuove tipologie di prodotto e l’app mobile, che è già in fase di programmazione.

Chi è EvenFi

EvenFI è stata fondata a Bergamo nel 2018 come Criptalia da Diego Dal Cero e Mattia Rossi con l’intento di democratizzare la finanza attraverso la tecnologia. La sua missione è creare un nuovo futuro finanziario: più semplice, libero e decentralizzato. Ad animare il suo lavoro è soprattutto la convinzione che investire sui progetti di crescita di imprese di valore significhi innescare un circolo virtuoso in grado di avere un impatto positivo sull’economia reale. La società permette di investire in pmi tramite il lending crowdfunding con un importo minimo di 200 euro, senza alcuna commissione e guadagnando fino al 9% annuo.

Dal 2020 ad oggi (settembre 2021), la piattaforma ha finanziato 79 imprese erogando 9,5 milioni.

Commenti chiusi