Record di raccolta per l’equity crowdfunding della proptech italiana Homepal

La proptech Homepal ha raccolto 2,7 milioni di euro da oltre 600 investitori grazie a una campagna di equity crowdfunding condotta sul portale Mamacrowd

 

Homepal

 

Nei giorni scorsi Homepal,  uno dei principali operatori proptech in Italia, ha chiuso una campagna di equity crowdfunding sul portale Mamacrowd con una raccolta record di 2,7 milioni di euro, consentendo l’ingresso nel capitale a più di 600 investitori. La società, affiancata dall’advisor Cross Border Growth Capital, ha raggiunto in tempi brevi una raccolta record, superando in soli tre giorni dall’avvio l’obiettivo iniziale di un milione e andando in overfunding. Ha poi innalzato l’obiettivo di raccolta a 2,75 milioni di euro, sulla base di una valutazione pre-money della società di 19,8 milioni.

I fondi raccolti saranno utilizzati da Homepal per l’assunzione di nuove risorse, il potenziamento del sito e del motore di valutazione online degli immobili, la creazione di una nuova app e l’investimento in pubblicità per migliorare la riconoscibilità del brand. L’obiettivo di Homepal è di arrivare a gestire fino a 500 transazioni immobiliari al mese e diventare leader nell’intermediazione immobiliare in Italia.

Fabio Mondini de Focatiis, fondatore e ceo di Cross Border Growth Capital, ha commentato: “Homepal ha dimostrato di rispondere rapidamente ed efficacemente alle sfide che gli ultimi mesi hanno riservato. Il suo successo dimostra come la flessibilità di un approccio digitale sia in grado di soddisfare le esigenze della clientela e cogliere tutte le opportunità che il mercato presenta”.

Andrea Lacalamita, presidente e cofondatore di Homepal, ha dichiarato:  “Con la campagna di crowdfunding abbiamo condiviso la visione di Homepal con la nostra community. Un percorso ben programmato che ci permetterà di accelerare la rivoluzione del settore immobiliare attraverso la tecnologia offrendo anche un risparmio al cliente”.

La campagna di crowdfunding appena conclusa costituisce il quarto round per Homepal, dopo quelli da: un milione di euro raccolto nel 2015 tra un gruppo di business angel, tra cui Davide Serra di Algebris2,6 milioni di euro dell’aprile 2017, guidato da Homeclub, veicolo  di investimento creato da Maria Ameli, senior private banker di Ersel e partecipato anche da Bper2,3 milioni di euro del settembre 2018, guidato ancora da Homeclub. All’ultimo round hanno partecipato anche: Daniele Ferrero (presidente e ceo del Gruppo Venchi); Roberto Piroddi (ceo di Your Voice); l’agenzia di comunicazione H-57; Bper; Boost Heroes, la holding di partecipazioni promossa da Fabio Cannavale, a sua volta già azionista di Homepal; il fondatore di Algebris Davide Serra.

Chi è Homepal

Fondata nel 2014 da Andrea Lacalamita, Fabio Marra, Monica Regazzi e da un gruppo di manager e imprenditori, Homepal è una PMI innovativa che nasce con l’obiettivo di trasferire il vantaggio della tecnologia ai clienti, che possono gestire, con un risparmio di oltre il 50% rispetto alle agenzie tradizionali, la vendita e l’acquisto di immobili residenziali.

Homepal, che ha chiuso il 2020 con un fatturato netto di 2 milioni di euro, conta oggi 80 mila annunci di vendita. Punta a chiudere il 2021 con oltre 3,5 milioni di euro di ricavi. Oltre 8 milioni di persone in cerca di un appartamento sono transitate sul sito dall’apertura nel 2016. La società è stata premiata con il prestigioso riconoscimento del FinTech Awards come “migliore startup del settore real estate”, è considerata tra le prime 5 startup italiane secondo il fondo di investimento Boost Heroes ed è stata recentemente selezionata tra le migliori realtà innovative in Italia e nell’Europa sudorientale da ScaleIT. Si è inoltre aggiudicata il premio “migliore startup e-commerce per il sud Europa” ai SESA AWARDS 2019.

 

Commenti chiusi