Opstart diventa special crowdfunding partner di 4Aim sicaf

Con il nuovo accordo, Opstart, per ogni campagna di crowdfunding, si impegna a riservare a 4Aim Sicaf fino al 30% del controvalore per un massimo di 100 mila euro

 

4aim Opstart

 

A inizio febbraio 2021 Opstart è stata scelta come special crowdfunding partner da 4Aim sicaf, Oicr costituito da Ambromobiliare per favorire l’incontro tra investitori istituzionali e pmi alla ricerca di capitali per la crescita, quotate o quotande su Aim Italia.

L’accordo siglato prevede l’impegno di Opstart a riservare a 4Aim sicaf, per ogni campagna di crowdfunding, fino al 30% del controvalore della stessa, per un massimo di 100 mila euro per campagna. La Sicaf si impegna a valutare tutte le campagne di equity crowdfunding proposte da Opstart e a comunicare le decisioni relative all’investimento entro 15 giorni dall’apertura della singola campagna. Essendo specificatamente rivolto al Comparto 2 Crowdfunding di 4Aim, la partnership diventerà operativa con l’inizio dell’attività della società su tale comparto e non prevede alcuna clausola di esclusiva.

L’AD e direttore generale di 4Aim Giovanni Natali ha spiegato: “Il nostro obiettivo è creare un comparto dedicato all’investimento in crowdfunding, un canale di finanziamento alternativo rispetto al sistema bancario per le piccole imprese. Non è nostra intenzione attivare un portale di crowdfunding; per tale ragione la partnership con Opstart, primario operatore del settore, diventa strategica al fine di poter valutare le migliori opportunità di investimento che si presentano”.

Chi è Opstart

Fondato a Bergamo nel 2015 da Giovanpaolo Arioldi e Alessandro Arioldi (cto), Opstart nel novembre 2019 ha incassato un round di finanziamento sottoscritto da Aleph Finance Group Plc, holding d’investimento proprietaria di Pairstech Capital Management. Aleph, tramite Pairstech, prevede importanti sinergie per l’apertura a nuovi mercati del capitale in Europa e UK tramite lo sviluppo di Crowdbase. La nuova piattaforma offrirà strumenti di private debt, criptoasset e STO (Security Token Offering) grazie all’implementazione della tecnologia blockchain.

Opstart ha lanciato a fine marzo 2020 anche il suo mercato secondario ed è entrata nel settore del real estate crowdfunding, con la nuova divisione battezzata Crowdre, così come annunciato a febbraio. Crowdre nasce da una partnership tra Opstart e Leaders, storico studio di consulenza finanziaria di Bergamo. La piattaforma consente di investire in opportunità immobiliari italiane nonché, agli sviluppatori, di proporre il proprio progetto immobiliare e di raccogliere capitali per realizzarlo. Sul fronte del mercato secondario, Opstart ha lanciato Crowdarena, la prima bacheca digitale per le compravendite di quote di startup, pmi e pmi innovative, approvata da Consob, in linea con quanto stabilito dal Regolamento sull’equity crowdfunding così come modificato nell’ottobre 2019.

Lo scorso agosto Opstart, insieme alla piattaforma di finanziamento alle startup basata su tecnologia blockchain SEED Venture, ha dato il via alla tokenizzazione delle campagne di crowdfunding. Ricordiamo infine che il portale di equity crowdfunding Opstart è stato il primo a ideare, lanciare e registrare come marchio il crowdlisting®, ossia il crowdfunding seguito da una quotazione in Borsa. Il 20 novembre scorso Cesynt Advanced Solutions, azienda italiana attiva nel mercato della formazione a distanza, si è quotata su Euronext Access+, dopo aver raccolto oltre un milione di euro nel dicembre 2019 tramite una campagna di equity crowdfunding sul portale Opstart.

Commenti chiusi