Smartika (Gruppo Sella) lancia un talent crowdfunding per finanziare gli studi dei giovani

Smartika, portale di P2P lending tra privati, ha sottoscritto una partnership con la tech academy Boolean per finanziare borse di studio di 6 mesi per Full Stack Web Developer

 

Smartika nuova piattaforma P2p lending tra privati

 

Smartika, la piattaforma di peer to peer lending del gruppo Sella specializzata nel prestito tra privati, ha lanciato un talent crowdfunding per finanziare gli studi dei giovani. Smartika consente quindi ai suoi prestatori di investire nel settore della formazione, con un duplice obiettivo: da un lato per facilitare l’accesso a risorse finanziarie per i percorsi formativi degli studenti che spesso non sono in grado di realizzare i loro progetti di studio perché non dispongono di capacità di garanzia propria o non sono in grado di far ricorso autonomamente al credito ordinario, dall’altro per diversificare il portafoglio dei prestatori riducendo i rischi in un momento di turbolenza finanziaria.

Per operare in questo ambito, la società di peer-to-peer lending ha sottoscritto una partnership con Boolean, tech academy che si avvale di professionisti di alto livello per insegnare le basi della programmazione agli studenti di tutta Italia, trasformando appassionati di informatica in web developer professionisti. Boolean è la prima tech academy in Italia ad offrire un corso online full time di sei mesi per diventare Full Stack Web Developer e vanta il 98% di tasso di occupazione. Nata nel 2018, l’accademia si ispira al concetto dei bootcamp americani, associando i metodi di apprendimento intensivo frontale a tutti i vantaggi dell’insegnamento da remoto.

Grazie all’accordo con Boolean, Smartika riceve da quest’ultima le richieste di finanziamento degli studenti interessati ed effettua una valutazione interna delle informazioni fornite dagli studenti e sul tasso di occupazione.  Il finanziamento è erogato dai prestatori di denaro che decidono di finanziare prestiti in questo ambito. La nuova soluzione è stata sviluppata da Smartika, in collaborazione con la piattaforma di open banking del gruppo Sella, Fabrick, e con Quid Informatica, fornitore di Qinetic, innovativo prodotto per la gestione dei processi del credito, che costituisce la piattaforma operativa ed amministrativa. Smartika insieme a queste ultime e a Centrico, la società di tecnologia e servizi Bpo del Gruppo Sella, nel luglio scorso ha anche lanciato una nuova versione della sua piattaforma di P2P lending in modalità open banking.

Chi è Smartika

L’azienda è stata fondata nel 2007 da Maurizio Pietro Sella, omonimo e parente del presidente del gruppo bancario, ma che ha sempre operato nel settore finanziario al di fuori del gruppo stesso. Nel gennaio 2016 Smartika aveva chiuso un aumento di capitale da 3,72 milioni, che aveva portato il capitale sociale a 4,52 milioni. L’operazione, autorizzata da Banca d’Italia, è stata coordinata dalla Hamilton Ventures di Londra, boutique di Merchant Banking focalizzata su investimenti nei settori Tech e FinTech e vigilata dalla Financial Conduct Authority (FCA). Il round è stato sottoscritta dal veicolo di Private Equity da loro gestito (AFTH), da Tp&Partners, dall’ing. Luigi Cosenza ed altri investitori minori.

Nel luglio 2018 il Gruppo Sella ha rilevato l’85% di Smartika. Nel marzo scorso Smartika ha deciso di rinunciare al 100% delle sue commissioni per tutti i prestiti fino a 15.000 euro richiesti entro il 21 aprile 2020, per sostenere le famiglie in difficoltà durante l’emergenza coronavirus. Smartika opera come Istituto di Pagamento regolamentato e vigilato dalla Banca d’Italia dal febbraio 2012.

Commenti chiusi