Nuovo record per Concrete Investing, che raccoglie 2,5 mln di euro per il progetto Colonne di San Lorenzo a Milano

La raccolta, aperta anche agli investitori retail, era stata lanciata lo scorso 15 maggio e si è chiusa in soli 14 giorni. Il tasso di rendimento annuale atteso (IRR) sarà superiore al 13%

 

colonne san lorenzo

 

Nuovo record per la piattaforma italiana equity crowdfunding immobiliare Concrete Investing, che ha raccolto 2,5 milioni di euro per il progetto Colonne di San Lorenzo – Gate Central a Milano. La campagna è stata finanziata in soli 14 giorni da 190 investitori, con un ticket medio di 13 mila euro, grazie a cui ha centrato l’obiettivo massimo di raccolta, con un overfunding del 167% rispetto all’obiettivo minimo di 1,5 milioni. La raccolta, aperta anche agli investitori retail, era stata lanciata lo scorso 15 maggio e si è chiusa in soli 14 giorni. Il tasso di rendimento annuale atteso (IRR) sarà superiore al 13% e sono previste, inoltre, clausole a tutela degli investitori.

Sponsor dell’operazione in zona Colonne di San Lorenzo è Building spa, azienda nata nel 1983 a Torino, specializzata in luxury real estate e innovazione immobiliare, in Italia e nel mondo. Building ha all’attivo progetti in Cina e Russia, mentre a Torino si è distinta per alcune operazioni di salvaguardia di edifici di valore storico e la loro trasformazione in case di pregio contemporanee, aperte e in connessione con la città e le sue energie. Il progetto architettonico di Gate Central invece è curato dallo studio di architettura e design Citterio-Viel&Partners, riconosciuto tra le realtà più importanti del settore in Italia e specializzato nella progettazione di grandi progetti pubblici e privati con un portafoglio di caratura internazionale.

Il progetto immobiliare appena finanziato sorgerà in Corso di Porta Ticinese 32, affacciandosi sulle Colonne di San Lorenzo, uno dei simboli della Milano romana. L’edificio si articolerà su sei piani: due interrati e quattro fuori terra. Il piano terra e il primo interrato avranno un uso commerciale, il secondo interrato sarà adibito a box, mentre negli altri piani saranno realizzate 14 unità abitative di varie metrature.

La facciata dell’edificio è stata pensata per fondersi perfettamente con il contesto circostante, mentre le unità abitative, suddivise in 3 monolocali, 5 bilocali, 5 trilocali e 1 attico plurilocale, presenteranno, al loro interno, materiali di alta qualità, impianti di ultima generazione e finiture di pregio. L’edificio si contraddistinguerà per qualità, design, tecnologia, innovazione e sostenibilità, oltre che rispetto del tessuto storico circostante. Le opere di bonifica saranno completate entro settembre 2020, successivamente partiranno le attività di costruzione, la cui conclusione è prevista per la prima parte del 2022.

“In un contesto nazionale ed internazionale complicato, il successo di questa raccolta conferma l’apprezzamento della nostra strategia incentrata da sempre su operazioni immobiliari di primario standing proposte da operatori di grande esperienza e solidità, con strutture adeguate ad aprirsi al mercato. Una così ampia partecipazione è la dimostrazione che l’attenzione che riponiamo nelle condizioni riservate agli investitori, e in generale nelle strutture dei prodotti finanziari che presentiamo, è di grande interesse sia per gli investitori professionali che per quelli retail, anche in un momento di incertezza come quello da cui stiamo gradualmente uscendo. Queste peculiarità saranno confermate anche nei prossimi progetti in cui siamo già impegnati e che presenteremo nel prossimo periodo”, ha commentato Lorenzo Pedotti, CEO di Concrete Investing.

Piero Boffa, fondatore e presidente di Building spa, ha aggiunto: “Gate Central è il primo importante tassello di una più ampia azione di investimento del nostro Gruppo su Milano, pensato per dare un segnale positivo alla città e favorirne ancor più la ripartenza, importandovi il nostro concept di abitare di lusso. Un segnale che è stato accolto in maniera decisamente favorevole, considerata l’attenzione attirata fin da subito dal progetto. Il crowdfunding è oramai un fenomeno consolidato a livello globale e pensiamo che sia stato fondamentale in questa fase, avendo dato a una platea più ampia di investitori non istituzionali la possibilità di partecipare alle nostre operazioni, fornendo un ottimo veicolo di promozione del nostro progetto”.

Gli altri progetti immobiliari di Concrete Investing

Con la conclusione di questo progetto, Concrete Investing ha superato quota 10 milioni di capitali raccolti a favore di 7 progetti. Nel 2019 ha raccolto: oltre 1,5 milioni di euro nel novembre 2019 per la Terminal Tower, San Cristoforo a Milano; 1 milione di euro a settembre 2019 per Le Dimore di via Arena a Bergamo Alta, nell’ambito della partnership con Immobiliare Percassi; 1,5 milioni di euro per ELLE Building a Milano nel luglio 2019, la prima campagna di una serie nell’ambito di una partnership esclusiva con il gruppo Borgosesia; 1 milione per il progetto Gracchi7 a Milano nel marzo 2019.

Nel febbraio scorso ha raccolto 2,5 milioni di euro in 24 ore per la realizzazione a Milano del progetto immobiliare Bluestone, che ha ricevuto oltre 150 adesioni. Essendo però fissata a 2 milioni di euro la raccolta massima per tale operazione, Concrete Investing ha potuto accogliere gran parte delle adesioni rimborsando gli investimenti in eccesso. Ad ogni modo, si tratta di una raccolta record per il crowdfunding immobiliare nella città di Milano sia per la velocità di raccolta che per l’entità del capitale.

Inoltre, nel gennaio di quest’anno Concrete Investing ha effettuato la sua prima exit: gli investitori nel progetto immobiliare Torre Milano, sviluppato da OPM (Impresa Rusconi e Storm.it), sono stati remunerati con un rendimento definitivo dell’11,86% dopo 12 mesi. Quella di Torre Milano è stata la prima campagna lanciata da Concrete Investing nel dicembre 2018. Si era conclusa con il raggiungimento del target massimo di raccolta, a quota 750 mila euro, nell’ambito della partnership esclusiva con Impresa Rusconi.

 

Commenti chiusi