L’equity crowdfunding immobiliare Concrete Investing realizza la sua prima exit

La piattaforma di equity crowdfunding immobiliare Concrete Investing, che ha raccolto 5,8 milioni nel 2019, ha realizzato la prima exit con il progetto Torre Milano

Concrete nuovo equity crowdfunding immobiliare con Torre Milano 2

La piattaforma italiana equity crowdfunding immobiliare Concrete Investing ha effettuato la sua prima exit. Gli investitori nel progetto immobiliare Torre Milano, sviluppato da OPM (Impresa Rusconi e Storm.it), saranno remunerati con un rendimento definitivo dell’11,86% dopo 12 mesi.

Quella di Torre Milano è stata la prima campagna lanciata da Concrete Investing nel dicembre 2018. Si era conclusa con il raggiungimento del target massimo di raccolta, a quota 750 mila euro.

Attualmente, Concrete Investing si sta preparando a lanciare 2 nuovi progetti immobiliari a Milano. Uno di essi, guidato da una importante società di asset & development management, punta alla riqualificazione di due prestigiosi immobili cielo-terra a destinazione mista situati nel centro storico di Milano. Il secondo progetto interesserà un nuovo complesso residenziale di circa 120 appartamenti affacciato su Parco Lambro nel quartiere Feltre.

Nel 2019 Concrete Investing ha raccolto in totale circa 5,8 milioni di euro con oltre 300 investitori. Nel dettaglio, ha raccolto: oltre 1,5 milioni di euro nel novembre 2019 per la Terminal Tower, San Cristoforo a Milano; 1 milione di euro a settembre 2019 per Le Dimore di via Arena a Bergamo Alta, nell’ambito della partnership con Immobiliare Percassi; 1,5 milioni di euro per ELLE Building a Milano nel luglio 2019, la prima campagna di una serie nell’ambito di una partnership esclusiva con il gruppo Borgosesia; 1 milione per il progetto Gracchi7 a Milano nel marzo 2019; 750 mila euro per Torre Milano a Milano a fine 2018, nell’ambito della partnership esclusiva con Impresa Rusconi.; 750 mila euro per Torre Milano a Milano a fine 2018, nell’ambito della partnership esclusiva con Impresa Rusconi.

Lorenzo Pedotti, CEO di Concrete Investing, ha dichiarato: “Siamo molto soddisfatti di come si è concluso il 2019, è stato un anno positivo per Concrete Investing ed in generale per il settore del crowdfunding immobiliare: la raccolta complessiva in Italia è infatti triplicata rispetto al 2018. La nostra importante crescita è la dimostrazione di quanto questo tipo di investimenti, di solito appannaggio di grandi patrimoni, attiri l’interesse di un largo numero di investitori, anche retail, che oggi possono utilizzare questo canale innovativo per partecipare in prima persona e con importi più contenuti ad operazioni immobiliari di grande rilievo e in contesti fino a ieri esclusivi”.

più nuovi più vecchi
trackback

[…] gennaio di quest’anno Concrete Investing ha effettuato la sua prima exit: gli investitori nel progetto immobiliare Torre Milano, sviluppato da OPM (Impresa Rusconi e […]

trackback

[…] La piattaforma di equity crowdfunding immobiliare Concrete Investing ha concluso la sua seconda exit. Quest’ultima riguarda il progetto Le Dimore di Via Arena: un intervento di recupero e valorizzazione di un immobile storico nel centro di Bergamo Alta. L’operazione si è chiusa con un rendimento medio del 10,13% dopo 12 mesi, come previsto inizialmente. La campagna per finanziare il progetto, condotta tramite Concrete Investing, si era chiusa nel settembre 2019 con il raggiungimento dell’obiettivo massimo di raccolta pari a un milione di euro. Si tratta della seconda exit per Concrete Investing, dopo quella del febbraio scorso con il progetto Torre Milano.… Leggi il resto »