Il motore nautico DeepSpeed raccoglie 400k in poche ore dal lancio della sua campagna di equity crowdfunding

Nella sua seconda campagna di equity crowdfunding, Sealence, startup che sta sviluppando il jet nautico DeepSpeed, ha superato l’obiettivo minimo di 300k e punta a 2 milioni

 

DeepSpeed campagna equity crowdfunding su Crowdfundme

 

Sealence, startup italiana che ha sviluppato il jet elettrico a uso navale DeepSpeed, ha lanciato ieri una campagna di equity crowdfundingcon un obiettivo minimo di 300 mila euro (pari a una quota dello 0,9% del capitale). La campagna, attiva sul portale italiano di crowdinvesting quotato a Piazza Affari CrowdFundMe, ha già raccolto oltre 400 mila euro nel primo giorno di campagna, grazie a 64 investitori che hanno investito almeno l’importo minimo di 2.820 euro. DeepSpeed, con una valutazione pre-money attuale di 33,5 milioni di euro (solo un anno fa la valutazione era di 5 milioni), in una nota ai propri follower, ha anche affermato che, nelle prime 24 ore dal lancio della campagna, gli ordini di investimento, in attesa di essere confermati con il relativo bonifico, hanno superato 1,1 milioni.

La società, che conta di quotarsi in Borsa nei prossimi 3 anni, punta ora all’obiettivo massimo di 2 milioni di raccolta.

In occasione della campagna in corso, Sealance si è trasformata in SpA. Attraverso la sottoscrizione in crowdfunding si acquisteranno azioni con una quota minima d’investimento è pari a 2.820 euro, corrispondenti a un lotto di 1.000 azioni. Si potrà investire, al rialzo, con multipli di 100 azioni per volta (es. 2.820 – 1.000 azioni, 3.102 – 1.100 azioni, ecc). La campagna di equity crowdfunding su CrowdFundMe avrà la tradizionale durata di 2 mesi, con una prima finestra di 20 giorni per consentire l’ingresso degli investimenti e il deposito della lista soci presso la Camera di Commercio entro la fine dell’anno e cercare con queste tempistiche, di favorire gli investitori ad accedere alle detrazioni fiscali relative al 2020. Inoltre, chi sottoscriverà i primi 300 mila euro della raccolta online avrà diritto a ricevere dei warrant, grazie ai quali potrà acquistare azioni a sconto nei round successivi.

I fondi raccolti con la campagna serviranno, tra l’altro, per accelerare e finalizzare le attività di sviluppo e testing dei jet; avviare l’iter di certificazione propedeutico alla loro commercializzazione; estendere sul piano internazionale la tutela brevettuale della tecnologia; investire in strategie di marketing e comunicazione.

La campagna di crowdfunding di Sealance rientra in un round da 7 milioni di euro lanciato dalla società, che è già in trattativa avanzata con alcuni fondi italiani ed esteri in tal senso. Si tratta della seconda campagna di equity crowdfunding su CrowdFundMe per Sealence, dopo quella dell’ottobre 2019, che ha raccolto 450 mila euro sul portale CrowdFundMe. Inoltre Sealance ha collocato, in pieno lockdown, un minibond convertendo da 500 mila euro, che è stato offerto a tutti i soci, compresi i 126 investitori della sua prima campagna di equity crowdfunding.

In seguito alla prima campagna, la startup ha accelerato la fase di ingegnerizzazione, ha avviato un dottorato di ricerca presso l’Università di Padova (una delle tre università partner dei jet) e ha assunto 10 persone – soprattutto progettisti e ingegneri – tra cui il CTO Marco Cassinelli, ex direttore tecnico in MV Agusta, con un passato di progettista ai massimi livelli in Alfa Romeo, Lamborghini, Audi, Maserati, a fianco del responsabile scientifico del progetto DeepSpeed, il Prof. Ernesto Benini.

Cos’è DeepSpeed

DeepSpeed è il primo motore navale hydro-jet fuoribordo elettrico, ad alta velocità ed efficienza. Le innovazioni tecnologiche introdotte dal motore consentono di migliorare drasticamente l’efficienza, oltre che ridurre l’inquinamento e gli ingombri. I vantaggi della tecnologia sono rivoluzionari sia rispetto alla tradizionale propulsione a elica, sia rispetto a quella idrogetto entrobordo.

Le prime imbarcazioni realizzate dai cantieri partner usciranno nel 2021 e saranno destinate a effettuare test e dimostrazioni al pubblico. La tecnologia DeepSpeed ha ottenuto il brevetto europeo; a livello internazionale, è già stato riconosciuto in Australia ed è attualmente in fase di estensione in Canada e Nuova Zelanda, prossimamente lo sarà in Usa, Cina e nel resto del mondo.

Molti cantieri navali europei hanno manifestato interesse verso il prodotto e recentemente il CNR ha siglato un accordo con Sealence  per partecipare allo sviluppo dei jet, mettendo a disposizione le proprie strutture per l’esecuzione di test strumentali che si caratterizzano per l’elevata sofisticazione delle tecnologie disponibili. Le prime consegne partiranno a inizio 2022.

La startup inoltre sta lavorando alla prima di una serie di acquisizioni, secondo una strategia volta a incorporare più velocemente know-how e tecnologie necessarie, così da accelerare nel nostro sviluppo industriale. Sealence ha chiuso il 2019 con una liquidità di cassa di oltre 400 mila euro, un attivo di oltre 2 milioni di euro, di cui il 50% formato da crediti ancora da esigere (bandi di finanziamento pubblici, R&S, Iva ecc).

Commenti chiusi