La piattaforma di lending per le pmi October lancia un processo di accesso al credito per terzi

La nuova soluzione, destinata alle istituzioni finanziarie, è già stata implementata nella piattaforma finanziaria i-DEAL, per ora proposta a un numero ristretto di dipendenti di Engie

 

October Connect

La fintech francese October ha lanciato October Connect, il nuovo processo di credito che consente alle banche di migliorare l’esperienza di accesso al credito da parte delle imprese. La soluzione di October Connect permette alle istituzioni finanziarie di proporre un’esperienza di credito radicalmente migliorata con un processo di finanziamento sicuro, veloce e semplice per le pmi. Questa soluzione è stata progettata per razionalizzare l’esperienza sia dal lato dell’impresa che da quello della banca valorizzando al meglio i dati dei clienti e dei potenziali clienti e migliorando la redditività.

October Connect fornisce valore in ogni fase del processo di credito: acquisizione, analisi del rischio, KYC (Know Your Client) e rilevamento delle frodi, fino all’erogazione e gestione dei prestiti. Coordina l’interazione tra i diversi team, migliora significativamente la gestione dei documenti e delle attività e accelera il processo decisionale.

October Connect è già stata implementata nella piattaforma finanziaria i-DEAL, inizialmente proposta a un numero ristretto di dipendenti della società di servizi francese Engie. Dal gennaio 2021, l’accesso alla piattaforma sarà esteso a un numero maggiore di dipendenti. October intanto sta già lavorando ad altri progetti di collaborazione. “Da oggi mettiamo il nostro know-how sulla gestione dei dati e della tecnologia a disposizione di tutti coloro che vogliono finanziare le imprese in modo semplice e rapido”, ha commentato Sergio Zocchi, CEO October Italia.

Chi è October

October, con oltre 400 milioni di euro di finanziamento erogati a più di 840 imprese a livello globale (Italia, Francia, Spagna, Paesi Bassi e Germania), è la piattaforma di finanziamento online alle pmi leader in Europa continentale. Fondata come Lendix da Oliver Goy nel 2014, fine ottobre 2018 la società ha cambiato nome in October. La piattaforma è attiva in 5 paesi, tra cui l’Italia. L’espansione territoriale era infatti uno dei primi obiettivi citati da October nel giugno 2018, in occasione dell’annuncio dell’ultimo round di finanziamento da 32 milioni di euro dai venture capital e da altri investitori (tra cui la CIR di Carlo De Benedetti). Con oltre 550 milioni di euro di finanziamenti erogati a oltre 1.000 pmi in Francia, Italia, Spagna, Olanda e Germania (dati a fine ottobre 2020), October è la piattaforma lending alle pmi leader in Europa continentale. Operativa in Italia da maggio 2017, October ha finanziato 255 progetti imprenditoriali per oltre 99,5 milioni di euro (dati a fine ottobre 2020).

Lo scorso ottobre la fintech ha stanziato altri 200 milioni di euro per sostenere le pmi italiane colpite dagli effetti del coronavirus. L’iniziativa è stata resa possibile grazie alla strutturazione di un’operazione di cartolarizzazione dei prestiti erogati alle imprese da October, che ha visto il Gruppo Intesa Sanpaolo nel duplice ruolo di arranger e senior investor, e all’importante sponsorship di un fondo di investimento internazionale che ha ricoperto il ruolo di equity investor. Nel settembre scorso, October ha siglato una partnership con Enel X, la business line globale del Gruppo Enel dedicata ai prodotti innovativi e soluzioni digitali. Nel luglio scorso October ha lanciato l’instant lending per le pmi che, grazie all’analisi predittiva del rischio di credito, consente una valutazione completamente automatica delle richieste di finanziamento di importo tra 30 e 250 mila euro e coperte dalla garanzia statale. Nel maggio scorso, la fintech ha lanciato un nuovo fondo di direct lending dedicato esclusivamente agli investimenti in prestiti alle PMI italiane offerti sulla piattaforma. October aveva già annunciato il primo closing a quota 30 milioni di euro grazie alla collaborazione con cinque Confidi aderenti a Federconfidi e a Rete Fidi Italia e con il Fondo Europeo per gli Investimenti. In articolare i sottoscrittori sono Neafidi, Confidi Systema!, Fidimpresa Italia, Confidi Sardegna e Confidi Centro.

Commenti chiusi