Venezia al centro del crowdfunding italiano: il Comune lancia un’iniziativa di crowdfunding civico

Dopo il lancio del round di equity crowdfunding della palina elettrica e-concpet, a Venezia parte un’iniziativa al terzo settore per selezionare progetti sostenibili rivolti ai cittadini

 

Crowdfunding civico comune di Venezia su Produzioni dal Basso

 

In questi giorni Venezia sembra catturare la scena del crowdfunding in Italia. Nei giorni scorsi è stata presentata su Ecomill la campagna di equity crowdfunding e-Concept che ha lanciato una palina elettrificata per il nascente mercato della nautica elettrica. Ora, il Comune di Venezia ha presentato un progetto di crowdfunding civico, svolto in collaborazione con Produzioni dal Basso e Fondazione Fenice Onlus.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito del programma “La città SIcura di sé”, tramite il quale il Comune intende sostenere e accompagnare la realizzazione di progetti innovativi e sostenibili in grado di rispondere ai bisogni della città e dei suoi abitanti.

Il bando del crowdfunding civico partirà ufficialmente a gennaio 2021 e sarà rivolto alle realtà del Terzo Settore e alle associazioni senza scopo di lucro del territorio veneziano. I progetti selezionati potranno essere sostenuti attraverso una raccolta fondi sulla piattaforma Produzioni dal Basso e, se riusciranno a raggiungere il 50% del budget previsto grazie alle donazioni, saranno cofinanziate per il restante 50% dal Comune di Venezia, con un contributo a fondo perduto fino a 50.000€ complessivi.

Negli ultimi anni – afferma l’Assessore Simone Venturini – il Comune di Venezia ha lavorato alacremente per rafforzare le reti sociali e di volontariato, sia attraverso collaborazioni dirette sia attraverso importanti bandi di finanziamento e di sostegno dei progetti realizzati dal mondo associativo veneziano. Solo nell’ultimo anno sono stati pubblicati importanti bandi che hanno generato nuove e interessanti progettualità a servizio del territorio. Con il progetto Crowdfunding Civico intendiamo offrire un nuovo ed utile strumento alle nostre associazioni grazie al quale potranno esplorare nuovi canali di finanziamento e attivare nuove energie. Ma non basta offrire uno strumento nuovo, intendiamo affiancare le associazioni che vorranno partecipare anche con attività di formazione a aggiornamento svolte da persone competenti e formate proprio in questo campo, nonché un budget ad hoc per integrare quanto le associazioni riusciranno a raccogliere grazie al crowdfunding. Questo strumento, già sperimentato con successo in alcune realtà internazionali ed europee, oggi arriva anche a Venezia“.

Il bando, spiega l’assessore Venturini, sarà rivolto al territorio della città di Venezia, per progetti innovativi in ambito sociale in grado di rimanere in vita con le loro gambe anche dopo il periodo del finanziamento. Lo scopo dell’iniziativa è di valorizzare e rinnovare la forza del tessuto sociale della città di Venezia per scoprire nuove sinergie nella direzione del principio di sussidiarietà.

L’iniziativa prevede anche diversi momenti di formazione: il primo è previsto il 24 novembre, mentre il secondo è in programma il 15 dicembre. Gli incontri si svolgeranno online e saranno aperti a tutti. Inoltre i progettisti delle idee selezionate saranno supportati da Fondazione La Fenice per imparare a utilizzare al meglio lo strumento del crowdfunding e comunicare il proprio progetto nel modo più efficace.

Andrea Grigoletto, Direttore Tecnico Fondazione Fenice Onlus aggiunge che “Il processo del Crowdfunding Civico della città di Venezia si inserisce come uno dei principali casi pilota a livello nazionale e mira a rivitalizzare il territorio della città attraverso progetti di innovazione sociale. Il percorso offerto con il supporto di Fondazione Fenice nella fase di formazione e tutoring delle proposte progettuali, prevede tre principali tappe: comprensione dello strumento del crowdfunding Civico, significatività dell’innovazione, misurazione del suo impatto sulla risoluzione dei problemi del territorio“.

Per promuovere il crowdfunding civico, inoltre, saranno organizzati eventi sul territorio, con l’obiettivo di favorire la partecipazione comunitaria.

Commenti chiusi