Prima campagna di equity crowdfunding immobiliare cross-border per Walliance

La campagna, che finanzierà un progetto immobiliare a Milano, in poco più di un’ora ha raggiunto l’obiettivo massimo di 2,5 milioni di euro, raccogliendo sia in Italia, sia in Francia

 

walliance

Il portale italiano Walliance ha chiuso la sua prima campagna di crowdfunding immobiliare cross-border, ossia contemporanea in diversi paesi europei. Siccome  non è ancora entrata in vigore la normativa sugli European Crowdfunding Service Providers che permette alle piattaforme di operare a livello europeo, Walliance ha utilizzato la licenza francese ottenuta dall’Autorité des marchés financiers. Nel gennaio 2020 Walliance aveva infatti costituito Walliance France sas, al fine di operare sul mercato francese quale Conseiller en Investissement Participatif (CIP). La società ha ottenuto il 17 dicembre 2019 l’autorizzazione dalla competente autorità francese Autorité des Marchés Financiers (AMF).

Nel dettaglio, la campagna cross-border per finanziare il progetto immobiliare Milano, via Fulcieri è stata lanciata il 26 giugno scorso e in poco più di un’ora ha raggiunto l’obiettivo massimo di 2,5 milioni di euro, raccogliendo capitali da investitori basati sia in Italia, sia in Francia.

L’offerta prevede un Roi complessivo previsionale del 26% e una durata di 24 mesi, con una liquidazione preferenziale che garantisce una priorità nella distribuzione dell’utile e nella restituzione del capitale investito. Il progetto immobiliare prevede la demolizione dell’attuale fabbricato in via Fulcieri 11 a Milano e la costruzione di un complesso residenziale composto da 33 unità. Del totale appartamenti, 8 sono già oggetto di proposta d’acquisto. La proponente della campagna era Niguarda Real Estate srl, la società di scopo con sede a Milano, che si occuperà dello sviluppo del progetto Milano, via Fulcieri ed è partecipata per il 67,50% da Lira Consulting srl, per il 12,50% da Dida Holding srl, per il 10% da Gastone srl, per il 5% da Metis Advisor srl e per il rimanente 5% da Alte srl. Niguarda Real Estate è guidata da Alfonso Walker Meghnagi e Giovanna Siggillino.

Giacomo Bertoldi, ceo di Walliance, ha spiegato: “Dopo oltre un anno di tentativi di conciliazione tra normative e diversi diritti societari, finalmente siamo pronti per fare il nostro ingresso in un Paese come la Francia, che ci saprà dare sicuramente grandi soddisfazioni, pronti per l’arrivo della prossima opportunità di investimento parigina e della normativa europea che entrerà in vigore novembre 2021”.

Chi è Walliance

Walliance è una società italiana attiva nel crowdfunding immobiliare fondata nel 2017 dalla Bertoldi Holding di Giacomo e Gianluca Bertoldi, rispettivamente attuali CEO e Chief Project Office. La holding è a capo dell’omonimo gruppo che, nato nella grande distribuzione, ha partecipazioni in real estate e startup.

Walliance stata la prima piattaforma di equity crowdfunding ad aver ricevuto l’autorizzazione da Consob per la raccolta di capitali di rischio destinati a progetti immobiliari online. Quest’anno il portale ha lanciato quattro campagne di real estate crowdfunding a Trento, Firenze, Treviso e Milano. Nel capoluogo lombardo Walliance lo scorso aprile ha centrato in pochi minuti l’obiettivo massimo di raccolta di 1,8 milioni di europer il progetto Milano, via Stradivari. Ricordiamo che Walliance a fine dicembre 2020 ha effettuato la sua quinta exit: il gruppo AD Casa di Andrea Duranti ha infatti restituito ai soci un ritorno sull’investimento del 24% in 26 mesi, confermando la previsione iniziale del 2018.

Nel settembre 2019, Walliance ha annunciato la chiusura di un nuovo aumento di capitale pari a 1 milione di euro, riservato ad investitori privati che, in aggiunta al round precedente, ha portato la società a dotarsi di una cassa di circa 2 milioni di euro. Tra gli investitori del primo round, spiccano Trentino Invest, la joint-venture partecipata tra gli altri da La Finanziaria Trentina, Istituto di Sviluppo Atesino, Fondazione Caritro e Trentino Sviluppo. Al secondo round, oltre ad alcuni investitori privati, ha partecipato anche Lago spa, società padovana che, con un fatturato di 35 milioni di euro e 25 milioni di contatti, realizza arredi di design made in Italy e progetta mobili modulari. I nuovi fondi saranno destinati alla prima fase dell’espansione europea, oltre che al consolidamento e all’espansione del mercato italiano.

A oggi sono stati 30 i progetti immobiliari presentati su Walliance dalla sua fondazione, tutti finanziati con successo, raggiungendo così 43,5 milioni di euro investiti tramite il portale ed oltre 7,2 milioni di euro rimborsati, con un ritorno sull’investimento medio del 10,6% e una durata media dell’investimento di 14,4 mesi. Ricordiamo che nel maggio scorso il portale di real estate crowdfunding ha raccolto 1,2 milioni per il progetto immobiliare Milano, via Monti Sabini.

 

più nuovi più vecchi
trackback

[…] questa, di cui scrive Valentina Magri su crowdfundingbuzz.it, è per la Società specializzata nel crowdfunding immobiliare, la prima campagna […]

trackback

[…] che ha già ottenuto l’autorizzazione dell’authority francese e ha lanciato la prima campagna di equity crowdfunding cross border di successo. Altri due ospiti del panel hanno confermato che la raccolta cross-border rientra nei piani delle […]

trackback

[…] veda articolo di BeBeez). Walliance nel giugno scorso ha concluso con successo il suo primo progetto cross border Italia-Francia in Europa e ha raggiunto con la chiusura della semestrale 2021 il breakeven point e un valore della […]